La collezione

Un museo in dialogo con la contemporaneità

.

La “Raccolta Lercaro” nasce dall’unione di alcune opere acquisite direttamente dal cardinale Giacomo Lercaro per gusto personale con altre, numerosissime, a lui donate nel tempo da importanti artisti e collezionisti. Frutto di un preciso progetto attuato a partire dal 1971 per volontà dello stesso Lercaro con l’intento di offrire a tutti un’occasione di elevazione del pensiero e dello spirito, oggi il museo è costituito da alcuni significativi pezzi antichi come una “Madonna del Latte” di fine XV-inizio XVI secolo, e soprattutto da opere moderne e contemporanee di importanti protagonisti della scena artistica dell’Otto-Novecento. Giacomo Manzù, Giacomo Balla, Giorgio Morandi, Vittorio Tavernari, Adolfo Wildt sono solo alcuni degli artisti presenti in collezione, insieme ai contemporanei Ettore Spalletti, Mimmo Paladino, Graziano Pompili.
Il percorso espositivo è stato pensato per mettere in dialogo tra loro i molteplici aspetti espressivi del linguaggio dell’arte: dalla rappresentazione naturalistica dei “ritratti” di Giovanni Boldini ed Eugenio Pellini al segno innovativo e geniale delle cartoline futuriste di Giacomo Balla o a quello più misuratamente classico del suo allievo Emilio Ambron, fino all’essenzialità espressiva dell’opera di Giorgio Morandi e alla concezione di un “sacro” profondamente connesso con la dimensione umana e concreta della vita, espressa dalla scultura di Giacomo Manzù.

.

Cratere apulo a volute con mascheroni con decorazione “a tempera” fine IV-prima metà III a.C.

Cratere apulo a campana a figure rosse metà del IV sec. a.C.

.

Cratere apulo a campana a figure rosse metà del IV sec. a.C.

Cratere apulo a campana a figure rosse metà del IV sec. a.C.

Olla subgeometrica
daunia
metà VI-V sec. a.C.

1. Skyphos (profonda  coppa per bere) apulo nello stile di Gnathia fine IV-primi III sec. a.C.

2. Epichysis (brocca) apula nello stile di Gnathia fine del IV sec. a.C.

Ernesto Bazzaro
(1859-1937)
Contadina
s.d.
gesso
63 x 51 x 32 cm

Ernesto Bazzaro
(1859-1937)
Mestizia
s.d.
gesso
58,5 x 34 x 38 cm

Ernesto Bazzaro
(1859-1937)
Donna alla fonte
s.d.
gesso
62 x 23 x 30 cm

Ernesto Bazzaro
(1859-1937)
Lavandaia
1932
gesso
60,5 x 24 x 34 cm
sulla base: «Bazzaro 1932»

Ernesto Bazzaro
(1859-1937)
Dama con ventaglio
s.d.
gesso
65 x 28,5 x 35,5 cm circa

Eugenio Pellini
(1864-1934)
Madre
1897
bronzo
133 x 80 x 100 cm

Sidival Fila
Tessuto rosso
2020

Simone dei Crocifissi
Incoronazione della Vergine
1381

Giovanni Boldini
(1842-1931)
Spettatori
s.d. [1880-1889 ca]
matita su carta
13 x 10 cm

Giovanni Boldini
(1842-1931)
Testa di ragazza
s.d. [1910-1919 ca]
matita grassa e carboncino su carta
40 x 26 cm

Giovanni Fattori
(1825-1908)
“Contadino” (
comodato)


Emilio Ambron
(1905-1996)
Nello studio
s.d. [anni Trenta]
olio su tela, 181,5 x 161 cm

Aroldo Bonzagni
(1887-1918)
Ritratto di Umberto Boccioni
1910

Aroldo Bonzagni
(1887-1918)
Cavalieri antichi
s.d. [1910-11]

Adolfo Wildt
(1868-1931)
Un altare
s.d. [1919 ca]
acquaforte
203 x 265 mm


Adolfo Wildt
(1868-1931)
Gli eroi
s.d. [1916 ca]
matita e oro su carta
34 x 44,5 cm

Giacomo Balla,
Viale con file di cipressi
14 agosto 1923 [da timbro postale ROMA FERROVIARIA] 
tecnica mista su cartoncino

Giacomo Balla,
Motivo decorativo floreale
s.d. [1922-1925] 
tecnica mista su cartoncino


Giacomo Balla
Superingraziando
s.d.
tecnica mista su cartoncino

Giacomo Balla
Motocicletta stranuto
s.d. [1910 circa] 
tecnica mista su cartoncino

Giacomo Balla
Linee andamentali rosa e nero
1 settembre 1923
[da timbro postale ROMA FERROVIARIA]
inchiostro e tempera su cartoncino

Giacomo Balla
Autostato d’animo
12 agosto 1928
[da scritta autografa sul verso] 
tecnica mista su cartoncino

Emilio Ambron
(1905-1996)
Ritratto dello scultore Boninsegni
1937
olio su tela
120 x 101 cm

Emilio Ambron
(1905-1996)
Nello studio
s.d. [anni Trenta]
olio su tela
181,5 x 161 cm

Eugenio Scorzelli
(1890-1958)
Le tessitrici
s.d.
olio su tela
106,5 x 152 cm

Eugenio Scorzelli
(1890-1958)
La mia famiglia
1927-28
olio su tela, 123 x 148 cm

Giorgio Morandi
(1890-1964)
Natura morta
1933
acquaforte su zinco
235 x 245 mm

Giorgio Morandi
(1890-1964)
La casetta con il portico e il cipresso
1924
acquaforte su zinco
(prova di stampa)
205 x 235 mm

Giorgio Morandi (1890-1964)
I pioppi
1930
acquaforte su rame
255 x 185 mm

Giorgio Morandi
(1890-1964)
Cortile di via Fondazza
1934
olio su tela,
61 x 30 cm

Giorgio Morandi 
(1890-1964)
Alberi fra due case a Grizzana
1933
acquaforte su rame
215 x 165 mm

Francesco Ferrucci [bottega?] (1437-1493)
Madonna del Latte
fine XV sec. (?)
gesso con tracce di cromia, Ø 84 x 9 cm

Vittorio Tavernari
(1919-1987)
Crocifissione
s.d. [1977]
tempera su carta, 70 × 50 cm

William Xerra (1937- )
La metà del cuore
1993

Filippo de Pisis
(1896-1956)
Natura morta con bottiglia
1939
olio su tela, 46,5 x 34,5 cm

Lucio Fontana (Rosario, Argentina 1899-Comabbio, Varese 1968)
Studi per ceramiche
Nella metà superiore del foglio: «battaglia centauri», lotta tra animali e tra animali e uomini, figure;
Nella metà inferiore del foglio: vasi, lotta tra animali e tra animali e uomini, figure, annunciazione, nascita, crocifissione,
compianto
s.d. [1948 ca]
China e matita su carta gialla; tracce di colla e creta
73,5 x 48,6 cm

Lucio Fontana (Rosario, Argentina 1899-Comabbio, Varese 1968)
Santo (Guerriero)
s.d. [1953-55]
Ceramica smaltata e colorata, bianca e turchese
19 x 19,5 x 12 cm

Marino Marini
(Pistoia 1901-Viareggio 1980)
Bagnanti (Le tre Grazie)
s.d.
Tempera, acquerello e matita su carta giallina
29,5 x 23 cm

Marino Marini
(Pistoia 1901-Viareggio 1980)
Nudo femminile
1930
Inchiostro e acquerello su carta giallina; tracce di biacca
43,7 x 29,3 cm

Ennio Morlotti 
(Lecco, 1910 -Milano,1992)
Vegetazione
1961
Carboncino su carta, 47×31 cm
 

Felice Casorati
(Novara 1883-Torino 1963)
Profilo femminile
s.d.
Cera scalfita su carta
50 x 35 cm

Pablo Picasso
(Malaga 1881-Mougins 1973)
Vénus et l’Amour
1949, 30 maggio
Litografia, 2° variazione di tre, 2° stato di due, 4/50
670 x 490 mm (lito)

Pablo Picasso
(Malaga 1881-Mougins 1973)
Tête de Femme Fond noir
s.d. [1945, 2 novembre]
Litografia, 6/50
310 x 230 mm (lito)

Marcello Mondazzi (1954- )
Forma quasi sferica, Humana Passio
2011
metacrilato combusto, ferro e polvere di marmo

Francesco Messina (1913-2004)
Chierichetti
da sinistra:  servitore, in preghiera
1950
bronzo, 58 × 20 x 18,5 cm

Francesco Messina (1913-2004)
Chierichetti
da sinistra:  lettore e cantore
1950
bronzo, 58 × 20 x 18,5 cm

Renato Guttuso
(1911-1987)
Dante, Divina Commedia. Inferno
1967
tecnica mista su carta, 50 x 35 cm

Renato Guttuso
(1911-1987)
Dante, Divina Commedia. Inferno
1967
tecnica mista su carta, 50 x 35 cm

Renato Guttuso
(1911-1987)
Dante, Divina Commedia. Inferno
1967
tecnica mista su carta, 50 x 35 cm

 

Pompilio Mandelli (1912-2006)
Casa nel frutteto
1953
olio su tela, 98 x 73 cm

Pompilio Mandelli (1912-2006)
Paesaggio di primavera
1987
olio su tela, 100 x 90 cm

Aldo Borgonzoni (1913-2004)
La mondina
1946-1947
olio e smalto su tela, 39 x 23 cm

Ilario Rossi (1911-1994)
Composizione a righe
1963
olio su tela, 200 x 145 cm

Ilario Rossi (1911-1994)
Circo
s.d.

Ilario Rossi (1911-1994)
Paesaggio invernale
1977
olio su cartone, 70 x 100 cm

VIDEO