MOVIMENTI

INAUGURAZIONE MOVIMENTI
opere di Antonio Violetta
a cura di Giovanni Gardini
GIOVEDÌ 21 marzo ore 18.00

Movimenti presenta una serie di sculture e di grafiche di Antonio Violetta che coprono un arco temporale che va dal 1983 al 2021, configurandosi come un’importante retrospettiva su tutta la sua ricerca artistica. Dalle Kölner Seiten – le Pagine di Colonia -, alle Pagine, ai Movimenti e Arie, fino ad a opere più recenti come Annunciazione e i Canti Dolorosi, un trittico intenso che trae la sua ispirazione e il nome dalla Terza Sinfonia Op. 36 composta da Henryk Mikołaj Górecki nel 1976, una musica dalla struggente bellezza in cui il dolore di una madre per la perdita del proprio figlio, che sia quello della Madonna ai piedi della croce o quello per il figlio in guerra, si intreccia a un movimento che potremmo definire contrario, quello di una figlia condannata a morte che piange per la propria madre immaginando la sua inconsolabile disperazione.

Particolare attenzione meritano le grafiche. Anche nel disegno Violetta si dimostra uno scultore: come il blocco di argilla riceve la pressione e l’impronta delle sue mani, così la carta accoglie il segno netto della matita, quello morbido e polveroso del carboncino o liquido dell’inchiostro. Il gesto è lo stesso, medesimo l’approccio, e appare evidente come anche nel disegno la tensione sia quella dello scultore che indaga lo spazio per interagire con esso.

Per l’occasione è stato stampato un catalogo con testi, in italiano e inglese, di Mons. Roberto Macciantelli, Presidente della Fondazione Cardinale Giacomo Lercaro, Giovanni Gardini, Direttore della Raccolta Lercaro, Giuseppe Artese, medico, Laurence Wuidar, musicologa, corredato da fotografie di Marco Parollo. Si ringraziano per il sostegno Devotio – Esposizione internazionale di prodotti e servizi per il mondo religioso e Millennium Broker Italia – per il contributo concesso, e l’AMEI, Associazione Musei Ecclesiastici Italiani, per il patrocinio.
Antonio Violetta è nato a Crotone nel 1953. Ha partecipato alla Biennale di Venezia, a Documenta di Kassel, alla Quadriennale di Roma, alla Prospect di Francoforte. Ha tenuto personali in musei italiani e stranieri ed in numerose gallerie. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private. Ha installato sculture permanenti in Italia e in Giappone. Ha pubblicato libri d’artista e di poesia. Vive e lavora a Bologna.

La mostra sarà visitabile a ingresso libero dal 22 marzo al 15 settembre 2024 nei seguenti orari:
martedì e mercoledì 15.00-19.00; giovedì, venerdì, sabato e domenica 10.00-13.00 / 15.00-19.00

Raccolta Lercaro
Via Riva di Reno, 57, Bologna
Per ulteriori informazioni rivolgersi a: segreteria@raccoltalercaro.it